17 febbraio 2013

Tutti i regolamenti per esportare cibi e bevande negli Usa

Lo studio D. Grosser and Associates, Ltd,  con sedi a New York, Milano e Reggio Emilia, fornisce assistenza da  quasi trent'anni alle aziende esportatrici italiane, associazioni di categoria, consorzi export e altre organizzazioni pubbliche e private interessate a operare nel mercato nord americano.

I prodotti alimentari e bevande esportate negli USA vengono verificati in dogana. Se le etichette sono irregolari o se i prodotti che richiedono registrazione non sono stati registrati vengono bloccati in dogana e spesso devono essere riesportati al paese d'origine.

Lo studio fornisce consulenza nella preparazione delle confezioni, delle etichette e nella registrazione e a questo proposito ha realizzato negli ultimi anni le seguenti guide per gli esportatori che è possibile acquistare cliccando qui.


GUIDA PER L’ESPORTATORE DI VINI E LIQUORI NEGLI STATI UNITI
I nuovi sviluppi nel mercato statunitense dei vini sono descritti nella nuova edizione di 78 pagine in sette capitoli della "Guida per l’esportatore di vini negli Stati Uniti", che comprende 24 tabelle statistiche e grafici illustrativi.
Viene presentata una panoramica del mercato, della produzione locale, dei consumi, delle esportazioni e importazioni. Vengono elencati i tipi di vini di maggiore gradimento negli Stati Uniti e forniti dati sulle importazioni per i diversi tipi di vini e per paese fornitore e sullo sviluppo del mercato dal 1934 al 2007. 
Viene descritto il sistema di distribuzione in vigore dal 1934 a questa parte e i possibili cambiamenti futuri; i regolamenti relativi alla preparazione delle etichette e le informazioni indispensabili per poter vendere vini e liquori negli USA, come costi di spedizione, dazi, tasse federali e statali, i ricarichi di importatori e grossisti e i prezzi di vendita al dettaglio dei prodotti esportati.
Vengono anche offerti suggerimenti su come selezionare importatori o agenti e su come programmare il lancio di nuove marche e la promozione delle vendite. 


GUIDA AI REGOLAMENTI E ALL'ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ALIMENTARI NEGLI STATI UNITI
Negli Stati Uniti tutti i prodotti alimentari sono soggetti a regolamenti per l'etichettatura e a registrazioni con la Food & Drug Administration (FDA). I prodotti che non rispettano tali regolamenti vengono bloccati al porto. Nel 2008 sono state bloccate quasi trecento spedizioni dall’Italia per errori nelle etichette o per mancanza di registrazioni.
Questa Guida di 216 pagine, suddivisa in cinque sezioni e undici capitoli, fornisce ai produttori italiani tutte le informazioni necessarie per le registrazioni con la Food and Drug Administration e per preparare le etichette dei prodotti alimentari. I testi sono accompagnati da esempi di etichette e da 32 tabelle.
Viene anche spiegato come fare il riquadro nutrizionale e portati numerosi esempi per i prodotti più comuni.
Un nuovo capitolo è dedicato agli ingredienti permessi, alle spezie, ai coloranti e alle sostanze proibite e all’indicazione degli allergenici. Un altro nuovo capitolo è dedicato alle indicazioni obbligatorie e facoltative sulle etichette, e include istruzioni sulla data di scadenza, sugli OGM e sulle certificazioni per i prodotti kosher. Nella sezione dedicata agli slogan permessi sono inclusi i più recenti regolamenti riguardanti l’olio d’oliva, folato, Omega-3, dolcificanti e prodotti a base di orzo. Vengono anche riportate le più recenti proposte della FDA per l’indicazione di glutine.


GUIDA PER LA VENDITA DI PRODOTTI BIOLOGICI NEGLI STATI UNITI
Questa guida fornisce ai produttori italiani tutte le informazioni necessarie per esportare prodotti biologici in USA. Spiega quali prodotti richiedono certificazione, elenca le esenzioni ed esclusioni dai regolamenti e presenta i regolamenti per l'etichettatura dei prodotti biologici e per l'uso del logo del Ministero dell'Agricoltura Statunitense. Vengono descritte le pratiche necessarie per ottenere la certificazione per i prodotti biologici e presentata la lista delle sostanze permesse e proibite nei prodotti biologici.  Vengono trattate le pratiche di accreditamento dei certificatori esteri ed è inclusa un'appendice con definizioni, i moduli per la richiesta di accreditamento e tabelle riassuntive.


GUIDA PER LA REGISTRAZIONE DEGLI ALIMENTARI A BASSA ACIDITÀ  NEGLI USA 
Le aziende che desiderano vendere negli Stati Uniti alimentari in scatola a bassa acidità o acidificati devono compilare un modulo per la registrazione dello stabilimento e un secondo modulo per la registrazione dei processi produttivi. La guida assiste il produttore italiano a compilare i moduli richiesti dalla FDA per poter esportare questi prodotti negli Stati Uniti fornendo istruzioni riga per riga. La registrazione è richiesta dalla FDA per ridurre la possibilità che vengano immessi sul mercato prodotti avariati o affetti da botulino. I prodotti esportati senza registrazione vengono bloccati in dogana.


GUIDA PER LA REGISTRAZIONE DEGLI STABILIMENTI ALIMENTARI E PER LA NOTIFICA DEGLI ARRIVI DELLE SPEDIZIONI AI PORTI USA
Dal dicembre 2003 tutti i produttori di vini e di alimentari e tutte le ditte che esportano per conto terzi negli Stati Uniti devono avere un numero di registrazione dalla FDA e per tutte le spedizioni di questi prodotti dev'essere data notifica per via elettronica almeno 8 ore prima dell'arrivo della nave al porto o 4 ore prima dell'atterraggio dell'aereo. Questa Guida assiste gli operatori a compilare il modulo di registrazione riga per riga e fornisce informazioni dettagliate sui dati da fornire agli spedizionieri affinché  le merci possano entrare in USA.








Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post sulle differenze culturali tra italiani e americani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come fare piccola e media impresa negli Stati Uniti.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come imparare l'American English per gli italiani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su temi di storia e cultura legati a Italia e Stati Uniti.   

Nessun commento:

Posta un commento