1 febbraio 2013

I 31 motivi per imparare l'inglese secondo Beppe Severgnini





Volete un motivo per mettervi finalmente a imparare l'inglese? Ve ne offro uno al giorno per un mese. 


1 Perché siete stanchi di dire "Non parlo l'inglese, ma lo capisco...".


2 Perché parlare con le mani, alla lunga, stanca.


3 Perché capirete come riempire quel modulo su internet (un terzo della Rete funziona in inglese).


4 Perché così, quando vi insultano all'estero, evitate di ringraziare.


5. Perché, qualsiasi cosa facciate nella vita, moltiplicate le occasioni.


6 Perché in America saprete leggere i cartelli stradali (one way non è una canzone di Frank Sinatra: vuol dire "senso unico").


7 Perché a Londra andrete in giro senza interprete, e sotto la casa di Valentino potrete chiedere: "Good evening. Is Dr Rossi around, please? He's having a bit of trouble and maybe he'd like to go for a pint".


8 Perché così potete leggere il labiale di Wayne Rooney, e farvi due risate.


9 Perché comprando "Time" o "Sports Illustrated", finalmente, non dovrete limitarvi a guardare le figure.


10 Perché nelle stanze d'albergo del mondo, a differenza di alcuni giornalisti italiani, potrete capire le notizie della CNN.


11 Perché capirete che Charlize Theron non è solo una splendida figliola, ma ha anche una bella voce (sì, i sudafricani parlano inglese).


12 Perché potrete conoscere qualche milione di nuovi ragazzi e ragazze.


13 Perché il cinese è più diffuso dell'inglese, ma i cinesi stanno quasi tutti là.


14 Perché quando sentirete "Vorrei shiftare la vostra attenzione sul break-even del nostro business, un must che stressa la necessità di downsizing", almeno lo sapete: vi stanno licenziando.


15. Perché un po' già lo parlate. No comment, in fondo, è una frase completa.


16 Perché capirete che autogrill, autostop, box, camping e parking - in inglese - non esistono. Si dice service station, hitch-hiking, lock-up garage, campsite e car park.


17 Perché sarete liberi di ridere della pubblicità italiana (Run like you've never run before! Life is now! A product of free will! The fragrance for men! Daily Chic! Surfers Only!, eccetera)


18 Perché saprete finalmente cos'è la mission del competitor: quell'impiastro del vostro concorrente vuol fregarvi.


19 Perché quando i nostri politici parlano di tax day, family day, devolution e welfare li ascolterete con la dovuta diffidenza.


20 Perché comunque è impossibile far peggio di quel ministro italiano che, a New York, ha chiesto "gamberetts and fagiols".


21 Perché così state alla larga dai consiglieri fraudolenti: quelli che sanno tutto dei nuovi metodi, delle scuole in Italia, dei corsi intensivi in Gran Bretagna. E poi all'estero chiedono solo spaghetti, perché non sanno ordinare nient'altro.


22 Perché la pronuncia non è un problema. Se la sbagliate, tenete allegri gli amici. Se sputacchiate dicendo the, this e that fate la doccia al gatto.


23 Perché potrete parlare al telefono col mondo invece di dire al collega "Mario, chiama un po' tu....".


24 Perché direte a quelli che pronunciano Tai-tanic (Titanic) e Livais (Levis) di non fare i bulli.


25 Perché, se vi venisse voglia di dire in four and four eight! per "in quattro e quattr'otto!", potrete farlo. Inventare è lecito (basta sapere di farlo).


26 Perché capirete le canzoni inglesi e americane, e vi renderete conto che spesso sono più cretine delle nostre.


27 Perché se George Bush dovesse invitarvi a cena, potrete commentare la cucina della Casa Bianca (Good heaven! How can you eat this junk, old boy? Now I see why you're so nervous all the time and you ended up messing around in the Middle East...).


28 Perché tanto Bush non vi invita a cena; ma quella frase potete usarla anche nella pausa-pranzo, per fare un po' di scena.


29 Perché un brasiliano, per chiedere a un tedesco in Italia di presentargli un collega francese per discutere dello svedese Ibrahimovic, parlerà inglese.


30 Perché, quando diventerete bravi, capirete che tipsy, plastered, pissed, bombed, toasted, hammered e crunk vogliono dire la stessa cosa: ubriaco. Quale termine usare? Dipende da quanti anni avete (e da quanto avete bevuto).


31 Perché è trendy, baby.







Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come fare impresa negli Stati Uniti.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come imparare l'American English per gli italiani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post sulle differenze culturali tra italiani e americani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su temi di storia e cultura legati a Italia e Stati Uniti.  

Nessun commento:

Posta un commento