6 febbraio 2013

Cosa fanno i notai negli Stati Uniti


Immaginate una ragazza italiana che chiama la madre in Italia: "Mamma, mamma. Ho incontrato un americano. Ci sposiamo!"

"Che lavora fa?" "Il notaio!"

Madre italiana che sviene dall'emozione e già vede la propria figlia su una Cadillac attraversare con tanto di pelliccia di visone le vie di Manhattan. Realtà: figlia in una piccola monocamera, con pelliccia ecologica usata che raggiunge il lavoro in metropolitana.

I notai a New York come in tutti gli Stati Uniti non sono assolutamente ricchi, il loro compito si limita infatti ad autenticare le firme sui più svariati atti, a New York (la legge varia in ogni stato con poteri più ampi ad esempio in Louisiana) non possono nemmeno autenticare una copia come conforme all'originale e la loro autentica di un testamento non ha nulla a che fare con quella in Italia dove il testamento diventa ufficiale. Qui servono invece due testimoni e un notaio.

Si tratta di una professione spesso fatta come secondo lavoro, o per servizio a clienti come fanno banche ed avvocati , per cui si guadagnano pochi dollari ad autenticazione, per la precisione 2 dollari a firma a New York.

Secondo svenimento della madre.

Di fatto il lavoro svolto dal notaio in Italia viene svolto qui dagli avvocati con livelli di compenso simili. In ogni caso potete trovare notai pubblici in quasi tutti gli edifici ad uso ufficio, basta chiedere al portiere, oppure presso le scuole guida, alcune banche o le innumerevoli agenzie di pratiche varie.

In un paese litigioso come gli Stati Uniti è però molto importante utilizzarli, specie se un contatto o un altro atto viene fatto senza testimoni o senza il tramite di un avvocato. Davanti al notaio infatti ciascuno deve provare la propria e in un paese dove dichiarare un nome diverso o creare una nuova identità è abbastanza semplice, è sempre meglio cautelarsi.

Se però volete veramente tutelarvi in un contratto firmatelo davanti ad un avvocato (quasi tutti sono anche notai pubblici) e chiedete che assista anche l'avvocato della controparte.

C’è anche chi consiglia di riprendere l’intera cerimonia con una videocamera così la controparte non potrà dire che era ubriaca, minacciata o comunque non in grado di intendere e di volere.

Questo non vale certo per contratti commerciali, ma piuttosto per atti che coinvolgono persone, ad esempio contratti prematrimoniali su come andrà diviso il patrimonio in caso di divorzio, liberatorie da parte di modelle (specie se non professioniste), ecc. La litigiosità negli Stati Uniti può portare anche a queste follie.

In Italia potete trovare i notai pubblici americani presso i consolati americani, o meglio i consoli possono autenticare firme con validità per agenzie statunitensi come l’Immigration (INS). Il costo però solitamente è più altro dei due dollari richiesti a New York.

Da "Vado a Vivere a New York" di Stefano Spadoni. Clicca qui per comprare il libro.





 





Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come fare impresa negli Stati Uniti.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come imparare l'American English per gli italiani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post sulle differenze culturali tra italiani e americani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su temi di storia e cultura legati a Italia e Stati Uniti.   

Nessun commento:

Posta un commento