12 febbraio 2013

Come spedire prodotti dall'Italia agli Stati Uniti


Cosa si fa se si devono spedire dei prodotti per una fiera negli Stati Uniti? Si mettono in un pacco è si spediscono via corriere una decina di giorni prima.

E' infatti quello che ha fatto un imprenditore e poi è partito fiducioso per New York per esporre i propri prodotti ad una Fiera a New York. Arrivato allo stand pero niente prodotti. Panico assoluto e “incazzatura totale" perché quelli degli stand a fianco la merce l'avevano già.

Insomma quello che purtroppo accade a chi vuole affrontare per la prima volta il mercato americano con l'atteggiamento del faccio tutto io”, come mi spiega Damiano Masetti, presidente della Dynamics Freight, che mi racconta I'episodio.

"Il problema era che la dogana americana non rilasciava la merce perché l'azienda aveva fatturato la merce direttamente all’Ente Fiera; fortunatamente ero presente alla situazione e gli abbiamo risolto il problema. in giornata cambiando il destinatario merce (nostro ufficio di New York) e consegnando poi in fiera. 



Se non si conoscono le giuste procedure si rischiano questi problemi perché non è facile muoversi nei meandri della dogana americana che è diventata molto rigorosa dopo l'11 settembre.

Non parliamo poi di far entrare negli Stati Uniti cibo, che è strettamente regolamentato, ma anche solo di pantaloni e magliette di cotone se ad esempio sono stati prodotti in Cina che sono soggetti a quote di importazione che bisogna assicurarsi in anticipo.

Insomma se volete spedire o esportare negli Usa non contate sul ''chi fa da sé fa per tre", meglio trovare uno spedizioniere specializzato e seguire le sue indicazioni.

Spesso le aziende italiane sottovalutano le regole, come per la corretta etichettatura e identificazione dei prodotti, correndo il rischio di essere messi nella “lista nera” della dogana.

Cos'è la lista nera?

Quella che fa sì che poi ogni vostra spedizione venga bloccata per essere esaminata come se fosse un carico d'armi quando invece sono magari solo vestiti, con i relativi ritardi e problemi di consegna.  

Da "Vado a Vivere a New York" di Stefano Spadoni. Clicca qui per comprare il libro.






Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post sulle differenze culturali tra italiani e americani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come fare piccola e media impresa negli Stati Uniti.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come imparare l'American English per gli italiani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su temi di storia e cultura legati a Italia e Stati Uniti.   

1 commento:

  1. Io lo faccio con SpedireComodo, e fin'ora tutto liscio :D

    RispondiElimina