15 gennaio 2013

New York, cinque mosse per aprire un ristorante italiano



Dici “Italian restaurant” a New York e molto probabilmente conquisterai un cliente. L’appeal della nostra cucina è ancora inossidabile all'estero, e per questo il sogno di aprire un ristorante nella Grande Mela accarezza i desideri di molti italiani.

Ma attenzione: la competizione è altissima. A  New York aprono in media mille ristoranti l’anno e anche l’autorevole guida Zagat ha messo in guardia gli avventurosi imprenditori, con il monito di “Don’t do it. Il rischio di fallimento della vostra attività si aggira attorno al 60%”! Un calderone in cui si sono ritrovati progetti promettenti come Ago, ristorante a gestione italiana aperto insieme a personaggi del calibro di Robert De Niro e Ridley Scott e chiuso dopo pochi mesi, o il trasteverino Sora Lella che nella location di Soho non ha bissato il successo romano.

Ma per chi nonostante tutto è pronto a cimentarsi con una delle città più competitive del mondo, ecco i passaggi fondamentali per iniziare:

1. Il Visto
2. Aprire una società
3. La ricerca del locale. Meglio Brooklyn
4. La Liquor Licence
5. Cercare il personale, costruire una squadra 

Fonte: articolo di Paola Camillo per Panorama.it





Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come fare impresa negli Stati Uniti.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su come imparare l'American English per gli italiani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post sulle differenze culturali tra italiani e americani.

Clicca qui per vedere l'indice di tutti i post su temi di storia e cultura legati a Italia e Stati Uniti.   

Nessun commento:

Posta un commento